Lo sapevate che...?

La legionellosi è un’infezione dell’apparato respiratorio provocata dal batterio Legionella.

La legionellosi è un’infezione dell’apparato respiratorio provocata dal batterio Legionella.

16 novembre 2016

La legionellosi è un’infezione dell’apparato respiratorio provocata dal batterio Legionella. La legionellosi viene normalmente acquisita per via respiratoria mediante inalazione, aspirazione o microaspirazione di aerosol contenente il batterio Legionella e si manifesta con sintomatologia come polmonite, febbre, raffreddore, tosse, mal di testa, dolori muscolari, astenia, perdita d’appetito, occasionalmente diarrea e disturbi renali, alle volte anche con esito letale.

Gli impianti più esposti a rischio sono:  ospedali, cliniche, strutture ricettive, impianti sportivi, piscine, stabilimenti termali, edifici con torri di raffreddamento.

Negli impianti idrosanitari a rischio, per evitare la nebulizzazione dell’acqua calda potenzialmente contaminata, si possono prendere delle opportune precauzioni, come ad esempio:

– Impiego di soffioni doccia che erogano acqua con flusso laminare, come ad esempio i soffioni doccia Idral 09033/1;

– Evitare l’impiego di aeratori sulle bocche dei rubinetti, che provocano l’erogazione del flusso in modalità turbolenta con conseguente formazione di aerosol;

– Utilizzo di rubinetti con interno liscio, non grezzo, che riducono la formazione di biofilm dove i batteri potrebbero proliferare, come ad esempio rubinetti Idral serie PUZZLE;

– Qualora l’impianto idrico venga utilizzato saltuariamente, è consigliabile l’impiego di rubinetti che evitano il ristagno di acqua, come la linea dei rubinetti elettronici Idral che prevede un deflusso automatico d’acqua ogni 24 ore.

 


LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO
La Conferenza Stato-Regioni del 7 maggio, ha sancito l’Accorso tra Governo, Regioni e Province autonome, sul documento “Linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi” che riunisce, aggiorna ed integra in un unico testo tutte le indicazioni riportate sia nelle precedenti linee guida nazionali, sia nelle normative. Il testo, si basa sulle conoscenze presenti nella letteratura scientifica internazionale e ha tratto spunto anche da quanto riportato nelle linee guida prodotte a livello internazionale (Organizzazione mondiale della sanità – OMS), europeo e nazionale / regionale.