CERTIFICAZIONE LEED PER GLI EDIFICI E VANTAGGI NELL’UTILIZZO DEI PRODOTTI IDRAL

Di Francesca Piola
International sales specialist

Sappiamo con certezza che il problema dell’energia sarà una delle principali sfide che l’intera umanità dovrà affrontare nel prossimo futuro, infatti, se da una parte appare indubbio che ci stiamo avvicinando inesorabilmente all’abbandono del petrolio come fonte principale di energia, dall’altra il contenuto inquinante di molte altre fonti alternative rischia di rendere irreversibili i danni provocati all’intero eco-sistema mondiale.

Lo sviluppo di energie rinnovabili sta tracciando la strada dello sviluppo sostenibile, ma è chiaramente quella del risparmio energetico e dell’eco-sostenibilità la strada più agevole e d’immediata applicazione per abbattere l’inquinamento ed affrontare la crisi energetica.

Recenti stime rivelano che l’edilizia è responsabile del consumo di oltre il 70% di tutta l’elettricità prodotta globalmente, con un’emissione del 38% di CO2 nell’atmosfera: ne consegue che una corretta politica di risparmio energetico nel campo immobiliare avrebbe rilevanti ripercussioni sui consumi complessivi.

Sulla scorta di questi dati, da più di un decennio negli Stati Uniti è stato elaborato un innovativo sistema di certificazione dell’efficienza energetica in ambito edilizio basato sul controllo e contenimento delle emissioni pericolose nel campo della costruzione e della ristrutturazione degli edifici.

Leadership in Energy and Environmental Design

Si tratta dello standard LEED®, acronimo di Leadership in Energy and Environmental Design: un programma di certificazione sviluppato nel 1998 dalla U.S. Green Building Council (USGBC) che può essere applicato a qualsiasi tipo di edificio, sia commerciale che residenziale, e che concerne tutto il ciclo di vita dell’edificio, dalla progettazione alla costruzione, promuovendo un approccio orientato alla sostenibilità.

Il sistema, infatti, fornisce una serie di standard per la misurazione delle prestazioni degli edifici in base a requisiti chiave, quali:

  • Sostenibilità del Sito
  • Gestione efficiente delle Acque
  • Energia e atmosfera
  • Materiali e risorse
  • Qualità degli ambienti interni
  • Innovazione nella Progettazione
  • Priorità Regionali

Per ciascun requisito il sistema attribuisce dei “crediti”: la somma dei crediti costituisce il livello di certificazione dell’edificio, da certificazione Base a Platino.

Benefici della certificazione

Il dipartimento USGBC ha compilato una lunga lista di benefici derivanti dall’implementare una strategia LEED, con vantaggi che vanno dal miglioramento della qualità dell’aria e dell’acqua fino alla riduzione dei rifiuti solidi, beneficiando così sia i proprietari, che gli occupanti, e la società nel suo insieme.

Spesso quando si cerca di ottenere la certificazione LEED si verifica un incremento nei costi iniziali del progetto e della costruzione per diverse ragioni, quali ad esempio maggior complessità nella progettazione da parte dei professionisti, carenza di disponibilità delle componenti costruttive che sono richieste dagli standard LEED, costi burocratici per la richiesta della certificazione LEED e così via. Tuttavia, tali costi possono essere efficacemente mitigati dai risparmi che si ottengono nel tempo grazie ai costi operativi degli edifici con certificazione LEED, certamente minori rispetto allo standard industriale. Ulteriori ritorni economici possono aversi per l’aumento di produttività degli impiegati che si trovano a lavorare in un ambiente più sano. Alcuni studi hanno suggerito che un investimento iniziale extra pari al 2% del totale permetterà risparmi superiori a dieci volte l’investimento iniziale, spalmati sul ciclo di vita produttiva dell’edificio (da 50 a 100 anni).

Pur presente principalmente negli Stati Uniti, negli ultimi anni è andato velocemente affermandosi come nuovo standard mondiale per le costruzioni eco-compatibili e viene oggi applicato in più di 100 Paesi diversi in quanto consente meglio di altri strumenti di esaltare le caratteristiche ‘verdi’ degli immobili, conferendo loro un significativo valore aggiunto e permettendo inoltre un facile confronto tra immobili alternativi nel mercato.

Nell’aprile del 2011 anche in Italia è stato reso pubblico lo standard LEED® Nuove Costruzioni (giunto alla versione 4), basato su una revisione dello standard Americano

Idral: soluzioni innovative che contribuiscono all’ottenimento di crediti LEED

Idral, produttore specializzato di rubinetteria e sanitari concepiti per l’impiego in edifici commerciali e industriali, offre soluzioni innovative che contribuiscono all’ottenimento di crediti LEED soddisfacendo i requisiti specifici in ambito di risparmio energetico e contenimento del consumo d’acqua.

L’impiego di rubinetti e miscelatori temporizzati o elettronici, infatti, è un requisito fondamentale per garantire il rispetto degli standard LEED: l’utilizzo di questi tipi di rubinetteria infatti assicura una riduzione del consumo idrico del 50% e addirittura del 70% rispetto all’impiego di rubinetteria tradizionale; inoltre i nostri rubinetti e miscelatori sono dotati di un limitatore di portata che assicura un ulteriore riduzione del consumo idrico.

La maggior parte dei wc Idral è progettata per funzionare correttamente con uno scarico di soli 4 o 5 litri, in linea quindi con il requisito LEED che richiede un consumo inferiore ai 6 litri.

I Miscelatori termostatici progressivi Idral favoriscono la gestione responsabile di energia e acqua in quanto l’acqua si apre con la leva in posizione acqua fredda, evitando così l‘inutile riscaldamento dell‘acqua per rituali quotidiani come il lavarsi le mani, facendo risparmiare energia.

Inoltre, per i bagni pubblici ad alta frequenza d’uso consigliamo sempre l’utilizzo di pre-miscelatori abbinati a rubinetti mono acqua, in quanto in questo modo si fornisce acqua tiepida all’utente senza che venga continuamente modificata la temperatura dell’acqua dai vari utilizzatori con conseguente spreco di energia.

Tramite le nostre schede tecniche forniamo un’analisi delle caratteristiche costruttive, di performance, e sui materiali utilizzati per agevolare i professionisti nell’applicazione degli standard LEED in fase di progettazione.