CRITERI DI SCELTA PER LA RUBINETTERIA A COMANDO AGEVOLATO PER AMBIENTI PUBBLICI E PRIVATI.

CRITERI DI SCELTA PER LA RUBINETTERIA A COMANDO AGEVOLATO PER AMBIENTI PUBBLICI E PRIVATI.

Nell’ambito della progettazione di ambienti destinati a cucina e bagno all’interno di strutture con utenza pubblica esiste una bibliografia di normative dedicate che ne specificano i requisiti strutturali per l’accessibilità e visitabilità. Sono inoltre indicati gli spazi di manovra necessari all’interno dei locali piuttosto che le quote di installazione di ausili e ceramiche, ma non viene fatta particolare menzione alle caratteristiche richieste per la rubinetteria sanitaria; un breve riferimento si trova all’interno del DM 236/89, par. 4.1.6 : “…Si deve dare preferenza a rubinetti con manovra a leva e, ove prevista, con l’erogazione dell’acqua calda regolabile mediante miscelatori termostatici…”.

Vista l’età del suddetto decreto (anno 1989) – dando comunque il giusto valore alla rubinetteria con azionamento a leva clinica – bisogna valutare la varietà di soluzioni alternative che il mercato ci offre e che all’epoca erano già esistenti, ma poco diffuse: rubinetteria a chiusura automatica temporizzata ed elettronica a fotocellula.

In mancanza di ulteriori specifiche, l’idoneità delle differenti tipologie di rubinetto è dichiarata dalle ASL di competenza, se non addirittura dal singolo interlocutore all’interno dell’ASL stessa: il primo consiglio che possiamo dare, di conseguenza, è quello di richiedere per quanto possibile informazioni alla vostra ASL in fase di progettazione, in modo da evitare inutili dispendi di tempo e di denaro.

All’atto pratico per la scelta del tipo di rubinetto vanno valutati il campo di applicazione e le reali esigenze dell’utilizzatore: in un bagno aperto al pubblico o comunque con forte affluenza va considerato l’impatto economico del consumo d’acqua, piuttosto che il comfort dell’utilizzatore (spesso occasionale); per contro, nella cucina di un ristorante o in un bagno per disabili, sono fondamentali l’ergonomicità dei comandi e la praticità d’uso.

Le tre famiglie di rubinetti e miscelatori Idral a LEVA CLINICA, TEMPORIZZATI ed ELETTRONICI sono studiate per adempiere alle diverse esigenze degli utenti.

Possiamo riassumere di seguito le loro caratteristiche peculiari:

RUBINETTI CON LEVA CLINICA

 

– Ergonomicità

– Facilità di uso e manutenzione

– Economicità

Destinazione d’uso: cucine, locali professionali, bagni pubblici presidiati e a bassa affluenza

RUBINETTI A CHIUSURA TEMPORIZZATA

 

– Ergonomicità

– Igienicità

– Buon risparmio d’acqua

– Manutenzione semplice ed economica

Destinazione d’uso: bagni pubblici ad alta affluenza, centri sportivi

RUBINETTI ELETTRONICI

– Igienicità

– Massimo risparmio d’acqua

– Robustezza

– Resistenza agli atti vandalici

– Possibilità di programmare erogazioni automatiche per scongiurare la proliferazione batterica

Destinazione d’uso: cucine, locali professionali, bagni pubblici ad alta affluenza, centri sportivi, ospedali, cliniche.

Il catalogo Idral offre un’ampia gamma di articoli dedicati alle varie applicazioni: in caso di dubbio vi invitiamo a contattarci per avere informazioni più specifiche e per farvi aiutare nella compilazione dei vostri progetti.

Alessandro Creola
Uff. Tecnico Idral S.p.A.