Museo egizio, Torino

Il Museo delle Antichità Egizie venne fondato nel 1824 dal re Carlo Felice con l’acquisizione di una collezione di 5628 reperti egizi riunita da Bernardino Drovetti.

La sede del Museo è da allora nel palazzo che nel XVII secolo l’architetto Michelangelo Garove aveva costruito come scuola dei Gesuiti, noto come “Collegio dei Nobili”, e che nel XVIII secolo era diventato sede dell’Accademia delle Scienze.

Il Museo Egizio di Torino è, come quello del Cairo, dedicato esclusivamente all’arte e alla cultura dell’Egitto antico. Molti studiosi di fama internazionale, a partire dal decifratore dei geroglifici egizi Jean-François Champollion, che giunse a Torino nel 1824, si dedicano da allora allo studio delle sue collezioni. Il 6 ottobre 2004 il Ministero per i Beni e le Attività Culturali conferì in uso per trent’anni i beni del Museo ad una apposita fondazione, la Fondazione Museo delle Antichità Egizie di Torino, di cui fanno parte la Regione Piemonte, la Provincia di Torino, la Città di Torino, la Compagnia di San Paolo e la Fondazione CRT.

All’interno della struttura sono stati installati i seguenti prodotti:

10200
Vaso Lux in Vitreous China bianca scarico terra con quattro punti di fissaggio ed apertura anteriore, linea IdralLIFE.

11200
Sedile Lux in poliestere bianco con apertura frontale per vasi, linea IdralLIFE.

10190
Lavabo Basic ergonomico in Vitreous China bianca senza troppopieno per fissaggio a parete o su mensole, linea IdralLIFE.

15200
Piatto doccia in vetroresina a filo pavimento, senza piletta, Linea IdralLIFE.